Facciamo un po’ di chiarezza su:

DICO DIRI Dichiarazioni di conformità e rispondenza

DICO Dichiarazione di confromità impianti:

In evoluzione alla Legge 46/90  il D.M. 37/2008 (che persegue l’incolumità pubblica e la sicurezza delle persone in particolare per evitare incidenti domestici) disciplina la realizzazione, manutenzione, e progettazione degli impianti negli edifici.

La dichiarazione di conformità degli impianti è il documento rilasciato da un’impresa abilitata* in seguito all’installazione o modifica di un impianto (realizzazione dell’impianto a regola d’arte, utilizzo di materiali costruiti secondo le norme UNI e CEI, ecc.).

*IMPRESE ABILITATE (art. 3) Sono coloro che possono intervenire, modificare o installare gli impianti. Per ottenere l’abilitazione è necessario essere iscritti nel registro delle imprese o nell’albo delle imprese artigiane ed essere in possesso dei requisiti tecnico-professionali.

DICO DIRI Dichiarazioni di conformità e rispondenza

DICO DIRI Dichiarazioni di conformità e rispondenza

La dichiarazione va compilata in ogni sua parte e ogni copia deve essere firmata in originale sia dal titolare (o legale rappresentante) che dal responsabile tecnico (se persona diversa) dell’impresa installatrice.

Dati indicati obbligatoriamente nella dichiarazione di conformità:

    • denominazione/ragione sociale e sede dell’impresa;
    • numero di iscrizione al registro delle imprese (corrisponde al codice fiscale) e partita IVA;
    • eventuale numero di iscrizione all’Albo delle imprese artigiane;
    • descrizione del tipo di intervento eseguito con riferimento alla tipologia di impianto;
    • dati anagrafici del committente;
    • indicazione dell’ambito dell’intervento;
    • dati relativi all’ubicazione dell’immobile dove è stato realizzato l’impianto;
    • dichiarazione di responsabilità sui materiali usati;
    • data di rilascio della dichiarazione di conformità;
    • firma del titolare/legale rappresentante e del responsabile tecnico.

Al termine dei lavori, infatti  il responsabile dell’impresa che ha modificato o installato l’impianto, rilascia al committente la dichiarazione di conformità  che è composto , dalla relazione dei materiali utilizzati, dalla modulistica allegata nel decreto e dagli elaborati di progetto (se dovuti).

Nel caso in cui l’ intervento modifichi un impianto esistente, il certificato è relativo alla sola parte modificata anche se deve considerare anche della funzionalità e della sicurezza della totalità dell’impianto.

DICO DIRI Dichiarazioni di conformità e rispondenza

Il certificato di conformità degli impianti viene richiesto in caso di:

    • allacciamento nuove utenze (gas, luce, acqua) o modifica (in caso di mancato invio della dichiarazione di conformità l’azienda fornitrice può sospendere il servizio)
    • richiesta certificato di agibilità la dichiarazione di conformità impianto è un eleborato indispensabile che va presentato allo sportello unico dell’edilizia entro 30 gg. dal termine lavoro. L’ufficio comunale provvederà  a sua volta ad inviare la documentazione relativa agli impianti alla Camera di Commercioente responsabile dei controlli.
    • Non è più necessario allegarlo al rogito (però per oviare a contestazioni da parte dell’acquirente è opportuno specificare se l’impianto è a norma)
    • Registro di anagrafe condominiale  L.220/12  che deve contenere anche la DICO o DIRI degli impianti, oltre che delle parti comuni dell’edificio, anche  delle singole unità immobiliari
    • Richiesto nella compilazione del Rapporto di controllo Tipo 1A – gruppi Termici da inviare al CURIT

DIRI   Dichiarazione di rispondenza DICO DIRI Dichiarazioni di conformità e rispondenza

Nel caso di il cui certificato di conformità non sia reperibile, è possibile sostituirlo con una Dichiarazione di Rispondenza detta “DIRI”  solo se gli impianti sono stati realizzati prima dell’entrata in vigore del DM 37/08. La dichiarazione viene resa da un tecnico abilitato come impiantista o dal responsabile tecnico di un’impresa abilitata che esercitano da almeno 5 anni. La dichiarazione deve essere supportata da accertamenti e sopralluoghi utili a verificare la rispondenza dell’impianto alla normativa.

Un impianto  quand’è a norma?

Il decreto disciplina gli interventi su impianti esisistenti e la realizzazione di nuovi. Per sapere se un impianto è a norma è necessario conoscere l’epoca della sua realizzazione o modifica :

– prima dell’ entrata in vigore del DM 37/2008 (27 Marzo 2008) si considerano a norma se, quando sono stati realizzati ,rispondevano alle disposizioni esistenti in quell’epoca. Se non è più reperibile l’attestato di conformità è possibile sostituirlo con la Dichiarazione di Rispondenza redatta da un impiantista abilitato.

Obblighi del committente o del proprietario dell’immobile

Il proprietario di un immobile (anche di una singola unità immobiliare) che necessita di un intervento sugli impianti ha l’obbligo di affidare l’incarico ad un’ impresa abilitata ai sensi del DM 37/08 e registrata alla Camera di Commercio per gli impianti di refrigerazione è richiesto la certificazione aziendale e personale F-GAS.

L’importanza dell’attenzione all’iscrizione è dovuta al fatto che colui che commissiona l’intervento sull’impianto è direttamente responsabile della scelta dell’impresa.

In seguito alla conclusione dei lavori, il proprietario ha la responsabilità di mantenere in efficienza l’impianto come delineato nelle istruzioni di uso e manutenzione rilasciate dall’impresa. Quest’ultima rimane comunque responsabile della sicurezza e funzionalità di ciò che ha installato o realizzato.

AMBITO DI APPLICAZIONE DICO DIRI Dichiarazioni di conformità e rispondenza
Il DM 37/08 non disciplina gli impianti che sono interessati da specifica normativa europea e, nel caso di reti di distribuzione, si applica a partire dal punto di consegna della fornitura. La classificazione degli impianti è la seguente:

    • impianti di produzione, trasformazione, trasporto, distribuzione, utilizzazione dell’energia elettrica, impianti di protezione contro le scariche atmosferiche, impianti per l’automazione di porte, cancelli e barriere (lettera a);
    • impianti radiotelevisivi, antenne e impianti elettronici in genere (lettera b);
    • impianti di riscaldamento, di climatizzazione, di condizionamento e di refrigerazione di qualsiasi natura o specie, comprese le opere di evacuazione dei prodotti della combustione e delle condense, di ventilazione ed aerazione dei locali (lettera c);
    • impianti idrici e sanitari di qualsiasi natura o specie (lettera d);
    • impianti per la distribuzione e l’utilizzazione di gas di qualsiasi tipo, comprese le opere di evacuazione dei prodotti della combustione e ventilazione ed aerazione dei locali (lettera e);
    • impianti di sollevamento di persone o di cose per mezzo di ascensori, di montacarichi, di scale mobili e simili (lettera f);
    • impianti di protezione antincendio (lettera g).

Sanzioni DICO DIRI Dichiarazioni di conformità e rispondenza

Le sanzioni del Decreto 37/08 sono applicate principalmente dalla Camera di Commercio che ha anche la funzione di annotare le inadempienze delle imprese installatrici e provvedere alla loro sospensione nel caso si verifichino per tre volte. Anche i progettisti ed i collaudatori possono essere soggetti a provvedimenti disciplinatori da parte degli Ordini di appartenenza in caso di violazione delle norme ed anche per il proprietario .

La dichiarazione di conformità  deve essere consegnata al proprietario dell’immobile ogni volta che si interviene sull’impianto che sia la sostituzione della caldaia o modifica impianto elettrico ecc… E’ importante inoltre verificare il rispetto di questa disposizione ogni volta che si realizza una ristrutturazione di un appartamento o la costruzione di un nuovo edificio.

IMPORTANTE: Per usufruire delle DETRAZIONI FISCALI  il venditore/installatore deve essere un’azienda abilitata (pena la decadenza dell’agevolazione).

Oltre ai regolari requisiti professionali della Camera di Commercio, AL Climatizzazione ha la certificazione F-GAS è Iscritta al Registro nazionale del Ministero dell’Ambiente per l’installazione, manutenzione o riparazione di apparecchiature fisse di refrigerazione condizionamento d’aria e pompe di calore contenenti taluni gas fluorurati ad effetto sera in base alle disposizioni del regolamento (CE) n, 303/2008.

ICIM SpA    Certificato ICIM -CFP-Licenza N. ICIM-CFP-000197-00

Azienda certificata f-gas
minambiente logo 4
 

Iscritta al Registro nazionale Ministero dell’Ambiente

        
NEXOS SRL, Licenza N.FGAS-A00043 Reg.(CE) 303/2008
 camera commercioIscrizione Albo Imprese Artigiane Camera commercio di Brescia, Licenza 125567
 Iscrizione REA Camera Commercio di Brescia, Licenza BS-366667
Abilitazione per gli impianti D.M.37/2008
Albo Artigiani Camera Commercio Brescia, Licenza Lettere: C-D-E

Vuoi sostituire la tua vecchia caldaia?

Vendita, sostituzione caldaie 0302711758

DICO DIRI Dichiarazioni di conformità e rispondenza  –  DICO DIRI Dichiarazioni di conformità e rispondenza    –

Salva

Salva

Il seguente articolo è stato visto 50631 volte