La Direttiva “case green”,chiamata Epbd-Energy Performance of Buildings Directive, rappresenta un passo significativo verso l’elettrificazione dei consumi energetici e il raggiungimento degli obiettivi ambientali europei, parte integrante del Pacchetto Fit for 55

Nonostante non esistano divieti espliciti per le caldaie a gas fino al 2040, il focus si sta spostando decisamente verso soluzioni più sostenibili, come le pompe di calore, particolarmente rilevanti per il contesto di Brescia e l’Italia in generale.

La nuova regolamentazione, approvata il 12 aprile’24, mira a cessare la produzione e la vendita di caldaie a gas entro il 2040, ma ciò non implica un divieto immediato all’uso di tali apparecchiature.

STOP CALDAIE A GAS?

Giusto per sgombrare subito il campo da ogni dubbio, non è vero che dal 2040 non potremo più avere caldaie a gas. La nuova normativa stabilisce che sarà vietato, dal 2040, produrle e venderle. La direttiva ha un forte impatto sui bonus casa, visto che i vari bonus scadranno alla fine del 2024: dal 2025 per acquistare una caldaia che funziona solo a metano non saranno più previsti incentivi.

STOP CALDAIE GAS  – quindi non si tratta di un cambiamento repentino, ma si andrà progressivamente a sostituire le vecchie caldaie a gas, che utilizzano combustibili fossili, con le pompe di calore, meno inquinanti e dispendiose.

Le pompe di calore, in quanto fonti rinnovabili termiche, contribuiranno in modo determinante per il conseguimento degli obiettivi del piano REPowerEU  in quanto:

  • hanno un’efficienza energetica superiore del 60% rispetto ai sistemi tradizionali a combustione;
  • non emettono CO2  nel luogo di installazione;
  • utilizzano l’energia rinnovabile presente nell’aria

casa ecodanLa pompa di calore: una scelta, tanti vantaggi
La scelta di realizzare ed utilizzare un impianto di riscaldamento a pompa di calore permette di godere di numerosi vantaggi e benefici.
Per il costruttore – Un’abitazione riscaldata da una pompa di calore consuma meno energia primaria e quindi permette di migliorare la classe energetica dell’edificio. Ciò consente da un lato di rivalutare l’immobile ed eventualmente di accedere ad incentivazioni locali, bonus volumetrici etc.
Per l’installatore – Poter realizzare un unico impianto a pompa di calore per il riscaldamento, il raffrescamento e la produzione di acqua calda sanitaria significa differenziarsi offrendo un sistema confortevole e con bassi costi di esercizio.
Per l’utilizzatore – La pompa di calore permette di ottenere il tradizionale comfort dei sistemi a combustione unitamente  ad un risparmio energetico ed economico ed avere un’abitazione moderna ed ecologica.

0302711758

Abbiamo le soluzioni di riscaldamento, raffrescamento e produzione di acqua calda sanitaria per ogni destinazione d’uso: residenziale autonomo o centralizzato, commerciale, terziario, industria.

Una scelta ecologica ad alta tecnologia e risparmio.

Preventivi gratuiti per Brescia e Provincia

BRESCIA -Pompe di calore Mitsubishi – Impianti di climatizzazione

DIFFERENZA TRA CONDIZIONATORE CLIMATIZZATORE POMPA DI CALORE

Il seguente articolo è stato visto 506 volte