L’articolo fornisce informazioni riguardo alle detrazioni fiscali per interventi di recupero edilizio in Italia fino al 31 dicembre 2024. (fonte agenzia entrate)

MSZ LN MITSUBISHI ELECTRIC

Climatizzatori 2024

in sintesi le regole da rispettare per avere le detrazioni 50%:

  1. Limite Massimo di Spesa: Fino al 31 dicembre 2024, la detrazione del 50% si applica su una spesa massima di 96.000 euro per ciascuna unità immobiliare.
  2. Limite Annuale e Pertinenze: Il limite annuale riguarda l’immobile e le sue pertinenze, anche se accatastate separatamente. Gli interventi sulle pertinenze rientrano nel limite dell’unità abitativa principale.
  3. Detrazione Ridotta per Uso Misto: Se l’immobile è adibito sia a scopi residenziali che commerciali, la detrazione è ridotta al 50%.
  4. Proseguimento Lavori: Se gli interventi proseguono da anni precedenti, il limite massimo tiene conto delle spese sostenute in quegli anni.
  5. Ripartizione in 10 Quote: La detrazione deve essere ripartita in 10 quote annuali di pari importo nell’anno della spesa e nei successivi.
  6. Cumulabilità: La detrazione per recupero edilizio non è cumulabile con altre detrazioni per riqualificazione energetica.
  7. Procedure Semplificate: Gli adempimenti per richiedere la detrazione sono stati semplificati; basta indicare i dati catastali nell’IRPEF.
  8. Comunicazioni alle Autorità: È richiesta una comunicazione preventiva all’Azienda Sanitaria Locale (ASL) (ove necessaria) e una comunicazione all’ENEA per interventi che comportano risparmio energetico. (guida rapida ENEA)
  9. Pagamenti con Bonifico: I pagamenti devono essere effettuati tramite bonifico bancario o postale, con specifiche informazioni e causali “Bonifico relativo a lavori edilizi che danno diritto alla detrazione prevista dall’articolo 16-bis del Dpr n. 917/1986″Pagamento fattura n. ___ del ______ a favore di _______________ partita Iva _________________Beneficiario della detrazione _________ codice fiscale______________.
  10. Ritenuta d’Acconto: Banche e Poste applicano una ritenuta d’acconto dell’8% sui bonifici.
  11. Documentazione Necessaria: Conservare documenti come fatture, ricevute, e documentazione relativa agli interventi per dimostrare le spese.
  12. Trasferimento della Detrazione: In caso di vendita, l’acquirente può beneficiare delle detrazioni residue. Nel caso di eredità, l’erede che detiene l’immobile può fruire delle detrazioni residue.
  13. Perdita delle Detrazioni: Le detrazioni possono essere perse se non vengono rispettati determinati requisiti, come mancata comunicazione preventiva, pagamento non effettuato tramite bonifico, mancanza di documentazione, o violazione delle norme urbanistiche e di sicurezza. Tuttavia, alcune situazioni possono essere corrette tramite dichiarazioni sostitutive.

ia installatori accreditati mitsubishi brescia

Il seguente articolo è stato visto 2139 volte